Via delle Oche, 15/r

Commenti

violita

Dalla Tradizione alla contemporaneità

scritto da violita
29 ottobre 2007 alle 17:51
0

Cosa si può chiedere di più se non un locale che si fa chiamare con un nome latino, ossia "il cuoco" e che propone una cucina rispettosa della tradizione nell'uso degli ingredienti ma che è allo stesso tempo spiccatamente giovanile e sfiziosa?!
Ebbene sì, anche a Firenze, nel cuore di Santa Elisabetta, a due passi dal Duomo, in una via stretta, si trova un winebar davvero carino, arredato con tavoli di legno e grosse riproduzioni di prodotti storici alle pareti e il soffitto alto,
Si mangia dalle nove fino alla sera alle dieci e mezza e si passa da un piacevolissimo tagliere di antipasti misti con salumi, formaggi e verdure, a crostoni toscani, a primi che comprendono paste e zuppe, fino a piatti unici, come il buonissimo tris di sformati corredato da insalate. Per finire...
Dolci per veri intenditori.
Non andatevene senza aver provato il souffle di cioccolata...
La scorza d'arancio gli conferisce un tocco da maestro!
Quanto ai vini, la cantina, variegata e particolare, vi soddisferà.
Andateci, merita la visita e i prezzi sono più che cristiani!