Via di Santo Spirito, 64/r

Commenti

violita

SANTI BEVITORI, accorrete numerosi!

scritto da violita
22 giugno 2007 alle 15:56
0

Al Santo Bevitore ci sono stata prima come cliente e poi come dipendente. L'esperienza è stata positiva in entrambi i casi. Dal backstage posso affermare che la preparazione dei cibi è assolutamente genuina. Il ristorante è estremamente carino; rigorosa architettura brunelleschiana per muri bianchi e pietra serena, buona illuminazione, bell' apparecchiatura, col bancone all'americana, le tovagliette di stoffa, le bottiglie di vino alle pareti.
Si mangia bene e il menu cambia con la stagione. I taglieri misti come antipasto sono vivamente consigliati, poi c'è un buon filetto di carne e la pasta è sempre speciale.
I dolci sono normali: è meglio se optate per un vino dolce o un vin santo con i cantuccini.
Il merito del buon funzonamento va a Marco e sua sorella e quando ci si va si incontrano tantissime facce conosciute.
Da evidenziare anche l'originalità del nome, che deriva dalla "Leggenda del Santo Bevitore" di Roth.