Via del Pian de'Giullari, 11/r

Commenti

violita

Omero e Galileo vicini di casa

scritto da violita
27 giugno 2007 alle 19:30
0

Se avete voglia di mangiare leggermente fuori dal centro e dal traffico urbano Omero farà al caso vostro.
Lì, dove visse anche Galileo Galilei, sulla collina che domina Firenze e che batte a spada tratta la rivale fiesolana, in una via stretta e lunga, a un passo da Piazzale Michelangiolo, tra tante casette e ville toscane, spunta inaspettata la Trattoria Omero. La città diventa improvvisamente borgo, i rumori sono spariti e ci si fa catturare dall'odore dei prosciutti appesi al soffitto nell'ingresso. Da "Omero" si mangiano la bistecca, il cervello fritto, il pollo alla griglia, i ravioli burro e salvia e le pappardelle al cinghiale. I vini sono principalmente toscani e il servizio è ottimo: tutti camerieri con larga esperienza. L'incentesimo inizia per non finire mai quando si scopre che in questo luogo ci si può andare semplicemente per un panino al prosciutto o per un litro di latte dimenticato all'ultimo istante. Gli abitanti di Arcetri lo considerano la loro salvezza anche perchè chiude solo il martedì.